La Sagra

La Sagra delle Pesche e dei prodotti tipici è la vetrina principale per promuovere la tipica pesca tardiva di Leonforte. Il primo weekend di ottobre il Corso Umberto e le sue piazze si vestono a festa per ospitare numerosi visitatori venuti, da ogni parte della Sicilia e non solo, per assaggiare la Settembrina.

Era il 1982 quando tutto questo accadeva per la prima volta. Negli anni è cambiato tanto ma ai leonfortesi è rimasta la voglia di celebrare quel frutto che con i suoi colori e il suo intenso odore rappresenta Leonforte nel mondo.

Con il tempo la Sagra ha cambiato veste. Prima era solo la “Sagra delle Pesche”, oggi è anche la sagra di altri “prodotti tipici”: vale a dire la “fava larga”, l’olio extravergine, la lenticchia, le mandorle.

E continua a cambiare! La Sagra delle Pesche e dei prodotti tipici cresce e si rinnova. Da quest’anno, infatti, la manifestazione si allarga e le esposizioni partiranno da Piazza IV Novembre fino alla Granfonte, passando per Piazza Annunziata, Piazza Margherita e Piazza Branciforti.

La Sagra inoltre si adegua ai tempi e diventa social. Oltre alla pagina facebook, sono infatti già attivi i profili twitter (@sagradellepescheleo) e instagram (Sagra delle Pesche Leonforte) sui quali nei giorni della manifestazione verranno postate foto e notizie.

Insomma, una Sagra a passo coi tempi ma con protagonista sempre la Pesca!


La Sagra è una manifestazione a ricorrenza annuale che è entrata a buon diritto a far parte del patrimonio turistico-culturale della Città e non solo, avendo travalicato, in termini di risonanza, i confini provinciali e regionali, creando aspettativa presso un nutritissimo stuolo di affezionati provenienti da ogni parte della Sicilia e da più lontano, stuolo di anno in anno sempre più nutrito, in continuo aumento.

I giorni della Sagra, Leonforte si sveglia pervasa, oltre che dall’inebriante fragranza della pesca, da migliaia di visitatori che fanno da cornice alla manifestazione.

La Sagra è andata oltre le sue originarie motivazioni che erano quelle di promuovere e valorizzare la particolarissima pesca tardiva leonfortese, in quanto è riuscita a fare da volano nell’orientare scelte e gusti verso prodotti di “nicchia” e sostenibili. Non più, quindi, solo pesca: ma occasione per la promozione di altri prodotti tipici.

La “Fava Larga”, l’olio extravergine di oliva, mandorle, legumi di ogni tipo, conserve, altri prodotti provenienti da tutte le parti della Sicilia quali il miele biologico e i fichidindia…

Il turista viene accolto nella splendida cornice rappresentata dal caratteristico Centro Storico e dalle sue maggiori piazze. Venire a Leonforte per la Sagra diventa perciò occasione di approfondimento storico e culturale per la possibilità di conoscere tutte le emergenze monumentali seicentesche di cui l’antico Centro è disseminato, avendo a disposizione bus navetta e guide in grado di offrire notizie di notevole contenuto storico, artistico e culturale.

Non mancano i punti per la degustazione della pesca offerte in graziose confezioni, vengono organizzate manifestazioni collaterali, una tra tutte, la Mostra Estemporanea di Pittura che raccoglie ormai un qualificato ed alto numero di adesioni. E poi spettacoli, gruppi folkloristici, giocolieri, attori di strada, sfilate….

Una Sagra da non perdere… da vedere e da gustare!

torna all'inizio del contenuto